Avviare un programma di employee advocacy

Hai avviato un programma di social media employee advocacy nella tua azienda?

Di questo tema ho già scritto articoli, svolto alcuni webinar e tenuto alcuni workshop in Business School ed enti di formazione (MIP, Business International). Trovi anche un webinar registrato nella sezione Risorse di questo sito web.

Eppure confrontandomi con grandi aziende mi sembra che i vantaggi e i benefici di tale approccio siano ancora poco conosciuti e che il tasso di adozione di tali iniziative nel contesto italiano sia tutto sommato lento.

4 Benefici per l’employee advocacy

Perché dunque un’azienda dovrebbe investire in un programma di employee advocacy sui social media? Quali sono i benefici e i vantaggi e per chi? Innanzitutto sfatiamo subito un mito:

I benefici dell’employee advocacy non sono solo “Soft” ma anche concreti, tangibili, misurabili, in una parola “Hard”

Vediamo come i dipendenti advocate possono fare bene al tuo business e analizziamo come la passione dei tuoi dipendenti e il loro impegno a condividere contenuti possa generare impatto sul tuo business

  1. i tuoi dipendenti sono più socialmente connessi della tua azienda

In media i dipendenti di un’azienda hanno 10 volte più connessioni dell’azienda in cui lavorano . Secondo Linkedin, le persone che condividono contenuti regolarmente fanno crescere i loro network 4 volte più velocemente di coloro che non pubblicano contenuti sui social media. Ciò significa che grazie ai dipendenti un messaggio aziendale può propagarsi verso nuovi pubblici e aumentare la propria reach di un fattore 10.

2. i dipendenti divenuti advocate incrementano il brand engagement

Se i tuoi dipendenti non sono attivi e coinvolti nel condividere i messaggi del brand, i tuoi contenuti non andranno oltre l’audience del tuo canale ufficiale come brand; Solo il 3% dei dipendenti condivide contenuti, generando circa il 32% di incremento in engagement.

Quando i dipendenti condividono contenuti ricevono un click-to-rate (CTR) 2 volte superiore rispetto a quando lo stesso contenuto viene condiviso non da una persona (es. come status update) ma dal brand (es. come company update)

anche una piccola percentuale di dipendenti coinvolti può avere un grande impatto sulla reach.

3. I dipendenti divenuti advocate sono i migliori ambasciatori del brand

Grazie ai Social media anche i dipendenti i cui ruoli non implicano la relazione diretta con i dipendenti possono generare un impatto; i dipendenti coinvolti in un programma di advocacy hanno:

  • la passione per fornire una migliore customer experience
  • La conoscenza per guidare migliori interazioni
  • Sono abilitati ad agire
  • possono diventare i guardiani della reputazione del tuo brand

il 70% della Percezione del Brand è determinata da esperienze con e tra persone.

4. i dipendenti advocate aiutano il business a crescere

Cosa succede quando i tuoi dipendenti stanno attivamente supportando il tuo brand Hanno un impatto positivo sui ricavi?

•Engaged Company Stock Index traccia i risultati di lungo termine di aziende con elevato engagement; tale istituto ha dimostrato che le aziende con elevato engagement possono generare 2,5 volte più ricavi che le loro controparti non ingaggiate sui social media.

Una relazione Win-Win

Le cause di tale ritardo in termini di consapevolezza e adozione a mio avviso vanno ricercate nel fatto che molto spesso si cerca di trattare e di fare calare, quasi di imporre, un programma di questo tipo ai dipendenti, senza invece provare a spiegare ai dipendenti i vantaggi e benefici che ci sono per loro.

Perché i programmi di employee advocacy falliscono

Senza una chiara comprensione dei benefici, senza aver definito delle chiare linee guida aziendali sui social social media, senza aver avviato un programma di incentivazione e rewarding, senza aver introdotto un sistema di misurazione, i dipendenti difficilmente continueranno a postare e condividere sui propri canali social i contenuti e i messaggi relativi alla propria azienda (brand content).

Come supportare la employee advocacy

Infine 4 consigli per impostare un programma di employee advocacy che generi mutui benefici e vantaggi, sia per l’azienda che per i dipendenti.

  • Rendi facile per i dipendenti condividere contenuti utilizzando piattaforme di Employee advocacy come LinkedIn Elevate o Hootsuite Amplify
  • Potenzia i dipendenti in modo che possano rappresentare il brand nelle interazioni coi clienti
  • Definisci e diffondi linee guida e social media policy
  • Aumenta la confidenza dei dipendenti, offri loro formazione su come la condivisione impatta il loro personal brand

Il Processo di employee advocacy sui social media

  1. stimola e incoraggia la cultura del luogo di lavoro; fai in modo che i tuoi dipendenti possano crescere in termini di formazione e opportunità, che possano condividere internamente competenze ed esperienze
  2. crea linee guida di comportamento sui social media: definisci, spiega e diffondi una social media policy per i dipendenti. fornisci loro, risorse e strumenti per essere dei rappresentanti del tuo brand sui social network
  3. Educa i dipendenti sulle best practice in social media: investi in formazione, spiega ai dipendenti come essere professionali sui social media, cosa possono e non possono fare o dire quando parlano con il cappello aziendale. Inserisci la formazione sui social media come un processo per i neoassunti
  4. Crea delle advocacy mission: sensibilizza e informa i tuoi dipendenti su eventi che potrebbero contribuire a comunicare esternamente sui loro network come il lancio di un nuovo prodotto
  5. includi gli executive e i leader aziendali all’avvio del processo di employee advocacy: fa in modo di avere non solo il consenso interno ma anche il committment effettivo
  6. Traccia l’andamento del processo: definisci metriche per awareness, engagement, lead generation, vendite in base  ai tuoi obiettivi iniziali e agli attori coinvolti. Crea periodicamente un report sui social media che includa il livello di employee engagement

 

Seleziona una Piattaforma di employee advocacy

Anche se non è indispensabile dotarsi di un tool dedicato, certamente disporre di una piattaforma può supportare, snellire e rendere super semplice per i dipendenti condividere sui propri social network branded content, magari pre-approvato dal Marketing e dalla comunicazione.  Ci sono centinaia di piattaforme disponibili, qui sotto ne segnalo alcune:

  1. Hootsuite Amplify
  2. LinkedIn Elevate
  3. Sociabble
  4. EveryOneSocial
  5. Dynamic Signal
  6. Trapit
  7. Bambu
  8. Oktopost

 Conclusioni

Non pensare che avviare un programma di social media employee advocacy sia qualcosa di estremamente difficile o complicato.  Considera che i ritorni che otterrai riguarderanno molti aspetti e funzioni della tua azienda, dal Marketing, alle vendite, alle risorse umane e alla comunicazione.
Grazie a questo programma riuscirai a motivare e a rendere i tuoi dipendenti più consapevoli e orgogliosi di lavorare nella tua  azienda.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attiva i tuoi dipendenti su LinkedIn