Content engagement su LinkedIn: alcune best practice

Content engagement su LinkedIn

Stai condividendo contenuti coinvolgenti?

Le prime domande:

  • Sei soddisfatto della tua attività di content engagement su LinkedIn?
  • Stai condividendo sul tuo profilo individuale contenuti che ricevono apprezzamenti, che generano reazioni, che fanno generare commenti e condivisioni?
  • Con quale criterio stai selezionando i contenuti altrui (content curation) o con quale criterio scegli i temi su cui scrivere e pubblicare contenuti propri?

Alcuni consigli per favorire il content engagement su LinkedIn

  • definisci una strategia editoriale in base ai tuoi obiettivi e al tuo “lettore” ideale.
  • seleziona una lista di fonti affidabili e qualificati.
  • utilizza un aggregatore di Feed RSS come Feedly.com o InoReader. Se la tua azienda se lo può permettere puoi creare una digital content library con tool di employee advocacy o social selling (es. UberFlip, Trap.it, EveryOneSocial, LinkedIn Elevate)
  • scrivi e condividi contenuti che permettano di mostrare le tue competenze, opinioni o attitudini
  • non limitarti a condividere ma aggiungi il tuo punto di vista.
  • scegli le metriche con cui misurerai il successo. (tasso di engagement, nuovi lead acquisiti, nuovi influencer coinvolti, etc)

Una volta che hai messo a fuoco il tuo interlocutore,  definito la tua strategia editoriale e messo a punto le fonti e il workflow di pubblicazione, considera alcuni fattori

5 Best practice per content engagement

  1. La lunghezza. Alcuni dati mostrano che  i tuoi status update dovrebbero essere tra i 100 e i 120 caratteri, minori della lunghezza massima di un tweet, per massimizzare l’engagement.
  2. Fai domande, Non affermazioni. Prova a trasformare un’affermazione in una domanda.
  3. Usa parole negative (Non fare, non dire, etc). L’uso di parole ed espressioni negative può incrementare il tasso di engagement
  4. Usa titoli sotto forma di elenchi o di How-to (come). Sono tra i pattern più diffusi e di maggiore successo. Gli elenchi di solito ottengono grande engagement perché di solito sono facili da leggere e consumare
  5. Timing: non pubblicare ad una qualsiasi ora del giorno; ci sono 3 fasce orarie dove il tuo contenuto su LinkedIn ha maggiore probabilità di generare engagement: la mattina dalle 7.30 fino alle 9, dalle 11.30 alle 13.00 e infine alla fine della giornata lavorfativa, dalle 16.30 alle 18.00. Queste sono le fasce orarie preferite dai decision maker per andare sui Social network e verificare gli update del proprio network.

 

Pubblica almeno 3 status update al giorno, nelle 3 fasce orarie a maggiore engagement. Puoi usare Hootlet, estensione gratuita di Chrome.

 

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attiva i tuoi dipendenti su LinkedIn