LinkedIn Content strategy 2021

Hai definito la tua content strategy su LinkedIn?

Ho provato ad applicare le regole delle 5W e 1H per definire la tua strategia basata sui contenuti per LinkedIn.

⭕ WHY: perchè hai deciso di investire in #contentmarketing su LinkedIn? Quali sono i tuoi obiettivi? Quali sono i dati di fatto e le peculiarità che ti fanno preferire LinkedIn ad altri luoghi di conversazione?

Considera che su LinkedIn puoi trovare un pubblico qualificato, attento e interessato a leggere contenuti utili, rilevanti, approfonditi, attinenti al suo settore o al suo mondo professionale.

Considera che circa due terzi degli utenti LinkedIn gestiscono budget aziendali e influenzano direttamente o indirettamente le decisioni di acquisto.

Non solo, LinkedIn è la piattaforma preferita dai B2b Content Marketer di tutto il mondo, è anche il Social network considerato più sicuro e affidabile.

Definisci i tuoi obiettivi

LinkedIn è infine il Social network che genera il maggior traffico verso un sito web aziendale. Creare e distribuire contenuti su LinkedIn ti aiuterà a:

  • incrementare la notorietà del tuo (personal)brand
  • aumentare visibilià e traffico sul tuo Profilo e sulla tua Pagina LinkedIn
  • incrementare nuovi follower e nuove richieste di collegamento
  • sviluppare il tuo personal brand e Corporate brand
  • attirare nuovi clienti e nuovi talenti

Perché investire su LinkedIn con un progetto di content marketing ha senso se hai chiari quali sono i tuoi obiettivi, a chi ti rivolgi, chi è il tuo pubblico e cosa vuoi che accada (call to action).

⭕ WHO: chi sono i destinatari dei tuoi contenuti? Hai definito il tuo lettore tipo, le tue #readerPersonas?

Sia che tu decida di pubblicare per te stesso, a titolo individuale, sia che sia il Social Content Manager di una Pagina LinkedIn è fondamentale pensare al tuo pubblico attuale e potenziale.

Leggi gli analyitcs dei tuoi post

Chi sono i lettori, likers e commentatori dei tuoi Post? Corrispondono al tuo lettore e pubblico ideale? Definisci le tue Reader Personas, traccia una fotografia del tuo lettore tipo.
Ciò ti permetterà di:

  • alternare la pubblicazione di contenuti per segmenti differenti di pubblico
  • monitorare e lavorare per colmare eventuale gap tra “lettore ideale” e “lettore reale”
  • scoprire chi sono i ruoli, le aziende e i settori maggiormente interessari ai tuoi post.

⭕ WHERE: dove pubblicherai i tuoi contenuti? Sul tuo Profilo, sulla tua pagina, nei Gruppi a cui sei iscritto?
Oppure creerai storie, sondaggi e video-live? O ti limiterai a leggere e commenti post altrui? Per es. di influencer ed esperti? #linkedinstories

Non ci sono solo il Profilo individuale e la Pagina aziendale, anche se questi sono i due luoghi canonici dove pubblicherai i tuoi contenuti.

Dove pubblicare i tuoi contenuti

Considera anche di pubblicare i tuoi contenuti:

  • all’interno dei Gruppi frequentati dal tuo Pubblico (lettori, clienti, collegamenti, prospect)
  • sotto forma di commento ai post pubblicati da influencer, esperti, addetti ai lavori
  • da Mobile sotto forma di Stories (video da 20 secondi)
  • sotto forma di sondaggi (sulla Pagina aziendale o sul Profilo individuale)
  • sotto forma di live video su LinkedIn (sulla Pagina aziendale o sul Profilo individuale)
  • sotto forma di articoli lunghi, sulla piattaforma LinkedIn Publishing (ex Pulse)

Nel tuo Planning editoriale alterna la pubblicazione in differenti Luoghi presenti su LinkedIn.

⭕ WHEN: quando e quanto spesso pubblicherai nuovi contenuti su LinkedIn? Hai pianificato la pubblicazione? Stai seguendo un piano editoriale?

Una buona strategia editoriale su LinkedIn implica la messa a terra con una pianificazione editoriale (Calendar Planning).

Stabilisci la frequenza di pubblicazione

Parti da un paio di post alla settimana, poi puoi arrivare fino a un post al giorno. Non puntare sulla quantità ma sulla qualità. Non sentirti obbligato a postare necessariamente tutti i giorni.

Considera giorno e orario di pubblicazione

Secondo le best practice di LinkedIn alterna il formato editoriale, pubblica preferibilmente durante i giorni centrali della settimana nelle opportune fasce orarie:

  • mattina (dalle 7.30 alle 9.00 circa)
  • ora di pranzo (12.00 – 13.30 circa)
  • pomeriggio (17.00- 18.00 circa)

Misura l’efficacia della tua pubblicazione

La verità è che non esiste un giorno e un orario ideale per postare che vada per tutti. Fai degli esperimenti per scoprire se l’orario e il giorno influenza le tue metriche chiave come:

  • visualizzazioni / video views (in caso di video)
  • Likes
  • Commenti
  • tasso di engagement generato
  • Qualità delle persone che hanno visualizzato e interagito con i tuoi contenuti

Fai alcuni esperimenti, conduci dei test per scoprire se e come il giorno e la fascia oraria incidono sulle prestazioni dei tuoi post.

Per esempio per me i post durante il week-end performno molto bene.

⭕ HOW: come pensi di creare contenuti efficaci e coinvolgenti per il tuo pubblico? Hai definito un tuo stile per distinguerti dalla folla?

Parlando di come pubblicare su LinkedIn, ovvero se esistono e quali sono le best practice, è facile scatenare un grande dibattito.

Segui i consigli editoriali di LinkedIn

Qui sotto ti riporto alcuni consigli pubblicati da LinkedIn in un suo ebook:

1. Mantieni i testi brevi
2.Segui la regola 4-1-1
3.Usa link con codice di tracciamento
4.Testa ogni elemento
5.Alterna contenuti organici a campagne a pagamento
6.Metti in primo piano i company update
7.Cura la parte visuale
8.Usa i suggerimenti dei contenuti

Definisci il tuo Stile su LinkedIn

Aldilà di questo a me preme consigliarti di definire un tuo stile da seguire per dare un’impronta e renderti immediatamente riconoscibile per qualche specifico elemento come:

  • tipologia di trattamento delle immagini
  • inserimento di elementi di branding (es. logo sulle immagini, uso di hashtag proprietari)
  • uso delle mention sulle immagini
  • uso personale delle mention: chi e quante persone citare nei tuoi post
  • scelta degli hashtag: quali hashtag scegliere e perché
  • scelta degli emojii (li userai o no?)
  • scelta del linguaggio (semplice e comprensibile oppure più sofisticato e per addetti ai lavori)

⭕ WHAT: Su quali temi pensi di creare i tuoi contenuti? Hai selezionato i macro-temi? Hai fatto una ricerca per scoprire i temi di maggiore interesse per la tua audience?

Seleziona un set iniziale di macro-temi editoriali (es. cinque argomenti più o meno due) di tua pertinenza, dove reputi di essere preparato, autorevole e professionale.

Per ciascuno di questi temi identifica una serie di sotto-temi, di maggiore dettaglio. Per ciascun tema e sotto-tema definisci un hashtag primario, più generico, e una serie di hashtag secondari, più specifici.

Ricerca conversazioni ed esperti con gli Hashtag

Verifica popolarità degli hashtag e raffina la tua ricerca. Poi:

  • ricerca Gruppi tematici con cui confrontarsi con altri esperti e su cui pubblicare i tuoi contenuti
  • ricerca Pagine e Influencer specializzati
  • monitora i post contenenti i temi caratterizzanti per il tuo business
  • comincia a interagire con i post degli altri, senaza sctivere commenti vuoi e che non aggiungono valore alla discussione

Su cosa scrivere i tuoi post

Fatti aiutare dal Marketing e sopratutto dalle vendite per scoprire quali sono:

  • temi più caldi di settore e di mercato
  • i trend più interessanti seguire
  • i contenuti più utili
  • i problemi più comuni che devono affrontare i tuoi clienti
  • le criticità più irrsolte, controverse
  • I temi di tendenza e di scenario
  • le informazioni, news e contenuti informativi

maggiormente rilevanti per il tuo pubblico.

⬇️ clicca e scarica la mappa mentale qui sotto.
Commenta e condividi questo post se lo trovi utile e interessante.

LinkedIn Content Strategy Map 2021

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attiva i tuoi dipendenti su LinkedIn