LinkedIn networking: 7 modi per inviare una richiesta di collegamento

Premessa

Sappiamo tutti che il modo migliore per ottenere una connessione è farsi introdurre, presentare da un collegamento condiviso o da qualcuno che dimostra apprezzare e condividere i nostri contenuti che pubblichiamo su LinkedIn.

Ci sono delle situazioni o dei casi, tuttavia, in cui l’unico modo per collegarsi ad una persona sia di inviarle una richiesta di collegamento a freddo su LinkedIn.

7 modi per farsi dire Sì

Brynne Tillman, esperta di LinkedIn, autrice di un libro su Business Development su LinkedIn e Chief Learning Officer in PeopleLinx, ci propone 7 modi da usare per inviare una richiesta di collegamento.
Ci sono in effetti alcuni fattori che permettono di aumentare le nostre probabilità di successo, ossia il tasso di accettazione del nostro invito alla connessione. Certamente avere un Profilo accurato, completo, che offre valore e che ispira ha un suo peso e influenza il tasso di accettazione.

Hai a disposizione solo 300 caratteri per scrivere il tuo invito  su #Linkedin nella maniera più persuasiva e convincente possibile, per rendere il tuo invito personalizzato, unico e distintivo.

[Tweet “Hai a disposizione solo 300 caratteri per scrivere il tuo invito su #Linkedin  #LinkedInForBiz”].

Puoi utilizzare uno strumento online come CharacterCount per monitorare il limite dei 300 caratteri.

Riprendo qui sotto e provo a riadattare i 7 pattern presentati da Brynne nel suo articolo.

  1.  People You May Know: Il tuo nome mi è spuntato su LinkedIn come qualcuno con cui dovrei collegarmi (Persone che potresti conoscere) e così ho visitato il tuo Profilo e ho notato che (siamo stati nello stesso Liceo,  azienda, apparteniamo agli stessi gruppi…). Penso che sarebbe reciprocamente ragionevole essere collegati su LinkedIn
  2. Advanced Search – TITLE: ho notato che tu sei [ inserisci il TITLE] come  CEO,CFO, etc. e ho pensato di aggiungermi per potermi presentare; una volta che ci siamo collegati sarei felice di inviarti un mio Ebook che molti altri TITLE hanno trovato utile
  3. Recent Activity Update: Molte grazie per aver condiviso l’articolo su  [inserisci il TOPIC] che ho trovato molto utile. Colleghiamoci, non vedo l’ora di leggere ancora altri suoi articoli condivisi.
  4. Twitter Recent Tweet: Ciao, ho visto il tuo tweet su  [inserisci il TOPIC], davvero interessante; da quanto tempo ti occupi di  [inserisci il TOPIC]?
  5. 2° degree connection ( se sei un collegamento di 2° livello): Ciao, quando mi è spuntato il tuo nome su LinkedIn ho notato che abbiamo molti collegamenti in comune, così ho pensato che potrebbe essere utile connettersi anche noi direttamente.
  6. My Alumni Network (effettua una ricerca tra i tuoi Ex Alumni): Ciao ho notato che hai frequentato il mio stesso indirizzo universitario solo [Inserisci NUMERO DI ANNI]   es. 2 anni dopo di me e ora lavori in  [inserisci AZIENDA], e ti occupi di   [inserisci il TOPIC].Ho pensato di raggiungerti e di chiederti il collegamento in modo da  sentirci via chat.
  7. On my Radar: Ciao, non sono sicuro se [inserisci il TOPIC]   è nella tua Agenda, ma se questa iniziativa but if this is a current initiative, colleghiamoci e ti condividerò un post che penso possa esserti utile. (ricordati poi di fare seguire un messaggio con il link al post promesso)

I Princìpi generali

Ricordati di essere rilevante, ossia di presentarti come una persona che sia in grado di offrire valore (tramite Insight, informazioni,  interessi comuni etc.). Naturalmente “il valore” che puoi offrire non è uguale – o percepito come tale  – per  tutti  e allo stesso modo.
Devi studiare il suo Profilo e:

  • trovare un potenziale elemento di valore, per esempio un Ebook che potresti inviare su un argomento specifico
  • oppure fare leva sulla dimensione relazionale (Collegamenti in comune, stessa Università o stessa  Azienda)
  • oppure fare leva sugli stessi interessi o passioni

Devi inoltre pensare ed evidenziare cosa Sia utile a Loro e non a te, cosa Puoi fare per Loro e non per te:

Pensa per loro non per te…

  • con chi puoi metterli in contatto?
  • Su quale argomento di loro interesse puoi offrire uno spunto interessante?
  • Di quale settore industriale, per loro interessante, sei tu un esperto?
  • Di quali Attività  su quale settore e funzione puoi vantare una conoscenza specifica per loro interessante?

Dall’invito accettato al contatto telefonico

Mi raccomando, non cominciare a vendere o a parlare dei tuoi prodotti a pagamento durante la email di follow-up. Proponigli piuttosto un appuntamento telefonico, cerca di accorciare i tempi che passano dal nuovo collegamento al contatto telefonico.

Conclusioni

Oltre a seguire questi suggerimenti su come inviare una richiesta di collegamento su LinkedIn, non dimenticarti di inviare subito un messaggio di Follow-up (Una welcome Email) con cui ti qualifichi meglio, rafforzi il tuo posizionamento e cominci ad erogare valore e a mantenere le promesse (Invio link per scaricare ebook, o segnalazione dell’articolo promesso)

Se sei interessato ad approfondire il tema del networking su LinkedIn ->  scaricati il mio Ebook su LinkedIn networking.

[social_warfare]

Potrebbero interessarti anche:

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attiva i tuoi dipendenti su LinkedIn