LinkedIn networking: connect, don’t collect!

Premessa

Uno degli errori che vi consiglio di non fare è seguire il mio esempio: scrivere un titolo in inglese per un post in italiano.
Non si deve fare, è un modo ingannevole, vagamente spammy, per attirare visitatori e audience interessata prima e delusa poi, allo scoprire che il tuo post è scritta in una lingua che non possono comprendere (per un attimo dimentichiamoci che esiste Google Translate et similia…).
Ma non ho resistito, due lettere (2 enne al posto di 2 elle) che cambiano completamente il senso, l’approccio, da quello giusto a quello sbagliato.

Non accumulare, condividi piuttosto

Sui Social media tendiamo troppo spesso ad accumulare, a raccogliere, a collezionare e non a connettersi, a costruire legami a coinvolgere e relazionarsi

Tendiamo ad aggiungere e incrementare il numero dei fan, dei follower, degli abbonati o iscritti alla nostra mailing list ma troppo spesso ci dimentichiamo di chiederci: quanto è forte la relazione con loro? Stanno veramente apprezzando i miei contenuti? Sto veramente generando empatia, stimolando la loro partecipazione?

Social Evangelism

Sì, lo so CONDIVIDI, CONNETTITI E NON COLLEZIONARE  sembra una massima evangelica, un invito a non essere avari, o egoisti, ma a essere invece generosi, altruisti, a condividere (contenuti, sapere, opinioni, conoscenza) e non trattenere, nascondere, oscurare

Aiuta, non provare ad arricchirti (Help don’t hype, direbbe Jay Baer autore diYoutility, help don’t sell o Rachele Zinzocchi qui in Italia). Supera la cultura individuale, abbraccia la cultura della community, l’ economia del dono e della condivisione (leggi economia della felicità di Luca DeBiase)

Le giuste metriche

Prendi LinkedIn, per esempio. E ritorniamo ad un tema che ho già affrontato in alcuni miei post passati: è più importante la quantità o la qualità del mio network?  E’ meglio avere 50.000 follower semi inerti o 5 follower molto coinvolti?
Mi rendo conto, per i più esperti o navigati, queste cose le avete già lette e sentite già diversi anni fa, anche se credo che il progresso vada ad onde, e c’è ancora chi è alla sua prima onda e alle sue prime esperienze.

Conclusioni

la mia massima del giorno è allora:

non limitarti ad accumulare, a raccogliere e collezionare. Crea legami, costruisci e solidifica le tue relazioni.

Stay tuned, alla prossima.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.