Personal Branding: espandi il tuo network

espandi il tuo network su linkedin

Costruisci ed espandi il tuo network su LinkedIn, puntando sempre e comunque alla qualità dei tuoi collegamenti.

Espandi il tuo network

Nel mio libro “Come usare LinkedIn per il tuo Business” spiego che non esiste un modo solo per espandere il tuo network ma l’approccio giusto per te dipende a mio avviso da almeno i seguenti 4 fattori:

  • i tuoi obiettivi (il motivo per cui sei su LinkedIn)
  • il tuo ruolo /Professione (per es. un CEO rispetto a un Manager)
  • al settore in cui operi
  • al prodotto /servizio che tu o la tua azienda offri

Detto questo, se vuoi aumentare le tue probabilità di essere trovato da una ricerca su LinkedIn e tu stesso trovare nuovi contatti (clienti, partner, collaboratori, candidati, influencer etc.) su LinkedIn devi poter contare su un network espanso e di qualità.

Infatti i risultati di una ricerca su LinkedIn,  a meno che tu non abbia un account a pagamento, coprono fino al 3° livello dei tuoi collegamenti.
Quanto più  sei riuscito a creare un network  esteso quanto più aumenterai le tue  probabilità di:

  • essere trovato o trovare nuove persone
  • di poter chiedere a un tuo collegamento diretto di presentarti a un suo collegamento
  • di poter seguire e interagire con i contenuti che vedrai apparire sul tuo news feed

Perché la qualità è comunque importante

LinkedIn è un Social business trusted network, ossia è basato su una relazione di fiducia: ogni volta che accetti una nuova richiesta di collegamento, permetterai al tuo nuovo nodo di accedere ai tuoi collegamenti e indirettamente di poterli raggiungere e contattare tramite te (a meno che tu abbia inibito tale peculiarità,  andando però contro la filosofia stessa di LinkedIn).

In tal senso è come se  estendessi  al nuovo collegamento la relazione fiduciaria instaurata con tutte le persone a te già connesse.

Cosa significa un Network NON di qualità

NON costruire un network di qualità significa:

  • farsi trovare o trovare persone non rilevanti, non interessanti per i tuoi obiettivi e il tuo business
  • avere difficoltà ad espandere in maniera organica il tuo network ( sarà più difficile trovare collegamenti interessanti tra i tuoi collegamenti, se questi sono casuali)
  • vedere il proprio newsfeed zeppo di contenuti non di settore, non di rilievo per il tuo pubblico, non allineati ai tuoi interessi professionali

Il tuo network è la dote che porti…

Per questo motivo è importante chiedersi se la persona che stai aggiungendo al tuo  grafo professionale di relazioni è portatore sano di valore sia direttamente sia indirettamente, grazie al suo network che si porta in dote.

Qualità vs Quantità

È preferibile  quindi avere 1000 collegamenti diretti che corrispondono al tipo di lettore o interlocutore ideale (applica il modello delle Reader Personas o Buyer Personas)con cui desideri parlare, discutere, approfondire temi e interessi in comune e, perché no, fare business, che avere 10.000 collegamenti a casaccio, perché hai deciso di
accettare ogni invito senza una regola.

Analizza la qualità del tuo network

Vai sul motore di ricerca, seleziona “Find People” e collegamenti di 1° livello
Image

Ora puoi filtrare i tuoi collegamenti diretti in base ai parametri che caratterizzano il tuo interlocutore o cliente ideale, secondo il modello delle Buyer Personas di cui parlo nel Corso “Generare lead qualificati con LinkedIn”.
Supponiamo che il mio obiettivo primario su LinkedIn sia raggiungere, conoscere e avviare una relazione con professionisti che si occupano di marketing e di vendite  e che operano a Milano e a Roma.

Mi potrei chiedere: quanti dei miei 7384 collegamenti corrispondono a tale Profilo ideale?

Posso filtrare per:

  • titolo => “Marketing OR Sales OR Vendite” nel campo
  • Area geografica: Milano AND ROMA

e ottenere come risultato:

Image

Posso scoprire che circa il 25% del mio network (1808/7384)  lavoro nel campo del marketing o delle vendite.
Posso inoltre scoprire che di questi 1808, 1591 sono riconducibili ad un lavoro in Italia (non è detto che non abbia italiani all’estero tra i miei collegamenti).

Posso infine scoprire che su Milano, ho 185 collegamenti diretti che lavorano nel campo del marketing e della comunicazione.

7 modi per espandere il tuo network

Espandi il tuo network seguendo questi consigli:

1. Importa la tua Agenda di contatti su LinkedIn per vedere chi già conosci e che è presente su LinkedIn.
evita di inviare a tutti loro un invito di massa. Usa l’elenco per scrivere alle persone che desideri aggiungere
al tuo network un invito personalizzato.

Ora è il tuo turno:
Image

2.Verifica tra “le persone che potresti conoscere” se  c’è qualcuno  interessante.
Tali suggerimenti variano ad ogni nuovo  collegamento. Loggati su LinkedIn e  Vai su www.linkedin.com/MyNetwork

Image

3. Ricerca di vecchie conoscenze, ex colleghi e persone con cui hai perso i contatti.
Pensa ai tuoi compagni di scuola, club, gruppi, associazioni, sport che hai praticato etc.

Ora è il tuo turno: ricerca compagni di università con la ricerca avanzata.
Inserisci il nome della tua università nel motore di ricerca e poi seleziona Scuole.

Image

Puoi filtrare gli Alumni inserendo le date del periodo di studi, la location, le funzioni aziendali che attualmente ricoprono i tuoi Ex Compagni di studi.

Image

4. Puoi invitare persone che ancora non sono su LinkedIn, puoi aiutare altre persone a
costruire il proprio network.

5. Pubblica l’URL pubblico del tuo Profilo dove le persone lo possono trovare.
Aggiungilo nella firma della tua email, nella sezione “Chi sono” del tuo sito, sul tuo biglietto da visita etc..
5. Dopo ogni meeting, effettua un follow-up con questa persona su LinkedIn.
Nella tua email puoi indicare l’indirizzo del tuo profilo pubblico e anticipare che stai per inviargli
una richiesta di collegamento
6. Connettiti con colleghi e prospect tramite i Gruppi LinkedIn. Puoi navigare all’interno dei membri di un gruppo. Puoi anche inviare un messaggio (fino a 15 al mese) ai membri di un Gruppo a cui anche tu sei iscritto.  Non richiede la InMail e non importa se non sei nel suo network.
7. Collegati con persone che interagiscono con i tuoi articoli e status update, che commentano o mostrano di  apprezzare i tuoi contenuti

Ora è il tuo turno

  • Analizza la qualità del tuo network
  • In che misura il  tuo network è composto da prospect, clienti, influencer di settore, dai tuoi interlocutori ideali?
  • Ogni nodo aggiunge valore al resto del network?

Se desideri approfondire questi concetti su LinkedIn Networking, leggi il capitolo Connect del mio libro “Come usare LinkedIn per il tuo business” ed espandi il tuo network in modo facile!

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.