3 domande chiave per la tua LinkedIn Strategy

Si sta avvicinando la fine dell’anno ed è tempo di ripensare alla propria strategia su LinkedIn.
Dopo aver chiarito infatti qual è la nostra Missione su LinkedIn e aver risposto ad alcune domande preliminari saremo in grado di scegliere le opportune tattiche e strumenti per trasformare il nostro progetto strategico in un piano operativo.

Alla base di tutto dobbiamo però aver chiarito a noi stessi qual è lo scopo, l’obiettivo primario per cui siamo su LinkedIn.

PARTI CON UN PERCHÉ
Perché sei su LinkedIn?
– Sono su Linkedin sopratutto per….:

  • cogliere nuove opportunità di lavoro/carriera
  • imparare, condividere dai contenuti e altrui esperienze professionali
  • trovare attivamente un nuovo lavoro
  • trovare nuovi prospect con cui avviare un dialogo e sviliuppare una relazione
  • trovare e assumere nuovi candidati per la mia azienda o collaboratori per il mio business
  • sviluppare un network di persone con cui confrontarmi e valutare sinergie, collaborazioni
  • trovare Partner, FInanziatori per la mia nuova idea di business o startup

Ecco, ho risposto io per te con alcune  risposte valide a questa domanda.

Una volta che hai messo a fuoco la tua Missione, tutto  diventa quasi una naturale conseguenza;  rispondi ora a queste tre domande chiave.

1. CHI È IL TUO PUBBLICO DI RIFERIMENTO
Chi
è il tuo pubblico di riferimento, la tua target audience? In una parola da chi vorresti essere visto, letto, compreso e apprezzato? Potrebbe essere:

  • un potenziale datore di lavoro, un Recruiter
  • un potenziale cliente
  • un possibile Partner, un collaboratore
  • un candidato da assumere
  • un talento ad alto da inserire nel tuo organico
  • un influencer, un esperto del tuo settore da coinvolgere in un’attività di customer loyalty

AZIONI

Crea almeno due tipologie di pubblico, puoi usare il modello delle Buyer Personas per definire i tratti salienti e ricorrenti del tuo interlocutore ideale.
Nella descrizione delle tue Reader Personas o Target Personas tieni conto di alcuni attributi professionali come:

  • Ruolo aziendale
  • Funzione aziendale
  • Anzianità aziendale
  • Interessi professionali
  • Skill
  • Sfide e criticità tipiche del ruolo/settore

Crea almeno 2 Reader Personas.

2. COME VUOI ESSERE PERCEPITO DAL TUO PUBBLICO

Una volta che sei riuscito a farti trovare e. scoprire dal tuo pubblico e questi sono atterrati sul tuo Profilo, chiediti: “come vorresti essere subito percepito?”.
Cosa può capire o scoprire di te un potenziale cliente che atterra sul tuo profilo LinkedIn in pochi secondi?
Quale impressione potrebbe ricavarne?
Potrebbe capire immediatamente se puoi aiutarlo a risolvere un suo problema?

AZIONI

Analizza alcuni elementi chiave del tuo Profilo:

  • Immagine di sfondo: è coerente con la tua Mission? Parla al tuo interlocutore chiave? Genera suffciente interesse?
  • Foto del Profilo: è professionale ma al contempo accogliente? è in linea con il tuo ruolo, professione e proposta di valore?
  • Headline: descrive in maniera compiuta la tua Missione?
  • In primo Piano: stai dimostrando con testi, immagini, video ciò che hai affermato nella tua Headline? Hai suffragato con dati di evidenza il tuo posizionamento?
  • Sezione Informazioni: hai descritto meglio 1) a chi ti rivolgi 2) come puoi aiutarli 3) a risolvere quale problema o a raggiungere quale obiettivo.
  • Skills: le tue competenze top sono coerenti con la tua proposta di valore? Sono le stesse che ricorrono nella Headline, nelle esperienze lavorative, nei corsi di formazione?
  • Segnalazioni/Recommendation: hai ricevuto segnalazioni da persone che lavorano nei settori che presidi, dove hai maturato maggiore esperienza?
  • Interessi: sono allineati e coerenti con le tue competenze, la tua storia professionale e le tue competenze?

3. QUALE AZIONE VUOI CHE COMPIANO SUL TUO PROFILO
una volta che sei riuscito non solo ad attirare l’attenzione del tuo pubblico ma anche a interessarsi ad approfondire la tua conoscenza, chiediti quali azioni vorresti che compissero. Per esempio vorresti che:

  • cominciasse a seguirti
  • ti inviasse una richiesta di collegamento
  • rispondesse a un tuo messaggio
  • interagisse con i tuoi post
  • ti inviasse una email o una InMail

AZIONI:

Decidi quale azione primaria vuoi che compiano i tuoi interlocutori una volta che visitano il tuo Profilo. Inserisci la call to action almeno in un paio di punti del tuo profilo.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attiva i tuoi dipendenti su LinkedIn