Come ottimizzare la tua LinkedIn Page

A cosa serve avere una LinkedIn Page?

Per qualsiasi azienda è fondamentale avere una presenza istituzionale su LinkedIn per una serie di ragioni:

  • Consentire a clienti e potenziali clienti di accedere a un numero considerevole di informazioni gratuite
  • Aumentare la copertura dei contenuti grazie ad annunci sponsorizzati. Senza una Pagina, infatti, non è possibile fare campagne a pagamento su LinkedIn
  • Possibilità di creare fino a dieci Pagine Vetrina dedicate a singole linee di prodotto o di business. Queste ultime ti consentono di ampliare la presenza del brand sulla piattaforma e raggiungere un numero più elevato di stakeholder
  • Avere a disposizione più funzioni rispetto al Profilo individuale.

Perché la Pagina funzioni e porti dei buoni risultati, deve essere ottimizzata e completa in tutte le sue sezioni.

Per prima cosa, scegli con cura l’immagine di copertina. Usala per distinguerti dai competitor e veicolare i valori del brand. Potrebbe essere una foto che mostra la vita in azienda o un’immagine che esprime la mission, con uno slogan e i colori del marchio. A prescindere dallo stile, usa questa sezione per renderti immediatamente riconoscibile e incuriosire il visitatore. Chi atterra sulla Pagina, fin dal primo momento, deve essere invogliato a scorrerla per reperire altre informazioni.

Scrivi una Tag line efficace. Qui puoi specificare la tua mission. Utilizza una citazione che caratterizza il tuo intento e quali sono i valori principali del brand. Il focus è: cosa ti distingue dagli altri e perché il potenziale cliente dovrebbe preferirti alla concorrenza.

Scegli i tuoi hashtag. Analizza la popolarità di quelli esistenti cercando di individuare hashtag rilevanti per la tua community. L’obiettivo degli hashtag su LinkedIn, come sugli altri Social network, è quello di creare engagement e di attirare utenti interessati al tuo contenuto. Un suggerimento è servirsi di tools per misurarne la popolarità o il significato. Hashtagify.me., ad esempio, ti permette di confrontare diversi hashtag e di rilevarne la rispettiva popolarità. Inoltre, potrai visualizzare una selezione di post e di Influencer legati a un determinato hashtag. Tagdef, invece, serve ad approfondirne il significato. Questi tools potrebbero essere sfruttati secondo una logica complementare: una volta individuati gli hashtag più popolari nel settore di riferimento potresti approfondirne il significato e scegliere quelli che registrano una maggiore pertinenza con i contenuti della LinkedIn Page.

Approfondisci le informazioni rilevanti sulla tua azienda nella sezione About o Overview. Spiega:

  • Chi sei
  • Cosa fai
  • Chi sono i tuoi clienti
  • Come li aiuti a soddisfare le loro esigenze
  • Quali risultati hai ottenuto.

Inserisci le parole chiave usate dagli utenti per cercare il tuo prodotto o servizio e crea una sezione About SEO friendly. Su Google sono visibili solo i primi 156 caratteri della descrizione, quindi sii incisivo e accattivante. L’obiettivo è incuriosire l’utente in modo che sia invogliato a leggere il resto.

Scegli con cura le Specializzazioni o Aree di competenza. Puoi inserirne fino a un massimo di 20. Gli utenti sono ormai molto avvezzi a ricercare quello di cui hanno bisogno utilizzando specifiche keyword. Riscontrando le stesse Keyword tra le Aree di competenza e nella descrizione avranno l’impressione di essere nel posto giusto.

Una volta ottimizzate tutte le sezioni crea il tuo piano di Content marketing e inizia a condividere contenuti rilevanti per il tuo cliente ideale. La promessa fatta nelle sezioni della LinkedIn Page deve essere mantenuta nella linea editoriale. Ricorda: non disattendere le aspettative dei visitatori è indispensabile per costruire quel rapporto di fiducia che li porterà a considerare il tuo brand e la tua offerta come un punto di riferimento.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attiva i tuoi dipendenti su LinkedIn