Fare Social Selling con Twitter in 5 passi

Anticipo in questo post alcuni concetti e contenuti che tratterò più diffusamente durante il mio prossimo Webinar del 27 aprile dedicato proprio a come fare social selling con Twitter.

Parti con un Perché

Perché dovremmo fare social selling anche su Twitter? Vediamo  5 ragioni per usare anche  fare social Selling con Twitter

  • Perché molte aziende di successo con il social selling utilizzano prima LinkedIn e poi aggiungono anche Twitter
  • Perché non è detto che tutti i tuoi Buyer siano attivi su LinkedIn, magari alcuni di essi lo sono più su Twitter
  • Perché fare  social selling di successo richiede un approccio multi-touch e multi-omni canale, sarebbe un errore limitarsi a usare LinkedIn
  • Perché alcuni Seller hanno già costruito un patrimonio di reputazione e di follower su Twitter e sarebbe un peccato non considerarlo
  • Perché Twitter è la piattaforma più efficace e potente  per ascoltare e acquisire insight sul nostro Buyer, per profilare  meglio la nostra audience e arricchire la nostra Buyer Persona.

In questa infografica vediamo alcuni dati su quanti tra i B2b Buyer usano Twitter e quali sono le azioni che svolgono.

Social Selling con Twitter in 5 step

Come potremmo allora strutturare un processo per fare  social selling con Twitter ?
Vi propongo un processo in 5 step:

  1. Crea /ottimizza il profilo dei Social Seller su Twitter
  2. Ascolta e ricerca i tuoi Buyer su Twitter
  3. Ingaggia con i tuoi Buyer (tattiche per creare engagement
  4. Scegli  piattaforme  e strumenti per velocizzare  e migliorare il workflow e per sviluppare la relazione con i tuoi Buyer
  5. Misura il successo del tuo Social Selling con Twitter

Infine, quali sono gli aspetti che non dovremmo trascurare o quali sono gli errori o gli atteggiamenti da evitare?

Social Selling con Twitter: 7 errori da evitare

  1. fare stalking con i tuoi Buyer, non assillarli
  2. inviare messaggi diretti promozionali – autoreferenziali
  3. automatizzare la relazione (es. invio automatico messaggio promozionale ai nuovi follower)
  4. non tenere conto del Buyer’s Journey, per capire a quali insight in base al suo stadio attuale
  5. non pianificare una sequenza di interazioni con il tuo Prospect su Twitter
  6. Non considerare il fattore umano come essenza per personalizzare e contestualizzare la relazione
  7. Non utilizzare sistemi per tracciare le prestazioni (reach, engagement, conversion)

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attiva i tuoi dipendenti su LinkedIn