[Podcast #135] LinkedInForBusiness incontra Claudia Temeroli di SACMI

LinkedInForBusiness incontra Claudia Temeroli, Digital Marketing Manager di SACMI, una delle più grandi aziende italiane, leader internazionale nell’impiantistica industriale per ceramica, packaging, food & beverage, presente in 30 paesi con 80 società e 1,3 miliardi di euro di fatturato.

[00’40”] Benvenuta Claudia, raccontaci qualcosa di te

Ciao a tutti, mi chiamo Claudia Temeroli e mi occupo di Marketing e Comunicazione digitale da circa 13 anni. Mi sono laureata in economia e marketing, al primo corso di laurea dell’Università di Bologna dedicato a questa scienza che stava iniziando a introdursi anche in ambito accademico nei primi anni duemila. Dopo una breve esperienza nel mondo degli eventi sono approdata in una multinazionale con sede a Bologna e 100% italiana che si occupa di servizi di business information per il mondo finance e aziende. Un contesto in cui ho iniziato a specializzarmi nella comunicazione online, nello sviluppo di applicativi e piattaforme , canali social e advertising. Erano anni di assoluta sperimentazione.  Devo dire che all’inizio ho avuto anche qualche difficoltà ad ambientarmi e a capirne le potenzialità.  Ho fatto training on the job e quando ho capito che era la mia strada, ho cercato prima formazione e poi una svolta lavorativa che mi permettesse di crescere in quest’ambito. Sono approdata in una grande Web Agency romagnola specializzandomi ancora di più sul direct marketing, ma con una visione a 360 grandi sulla comunicazione online, come piace dire a me, full funnel.

Nel 2019 sono approdata in SACMI. Un anno che ha rappresentato una svolta sia per la mia carriera professionale che personale perché, oltre a cambiare lavoro, sono anche diventata mamma. E vorrei che questo fosse un bel segnale da dare alle donne che ci stanno ascoltando. Devo ringraziare l’azienda per aver creduto in me in un momento così particolare della mia vita. Parlando di hobby: ho sempre avuto un diario personale, adoro viaggiare e nell’anno del Covid in assoluta controtendenza ho anche aperto un blog in cui racconto i miei viaggi con mio figlio.

[05’20”] Qual è il tuo rapporto con LinkedIn, come utilizzo personale?

Sono su LinkedIn da circa 10 anni. Lo trovo un favoloso business network e anche un vero e proprio strumento di aggiornamento e crescita professionale. Seguo alcuni influencer ma anche le persone che nel, mio ambito, hanno ispirato il mio percorso. Cerco di mantenere un profilo curato e aggiornato in due lingue e da sempre provo a rimanere in contatto con le persone che incontro agli eventi o al lavoro. Quello che adoro di LinkedIn è che puoi permetterti di coltivare relazioni professionali rimanendo all’interno di una sfera protetta, ma non così privata come il telefono o la mail. Ho allacciato su questa piattaforma contatti con molti professionisti, come con te per esempio. A LinkedIn devo anche il mio attuale lavoro.

[09’57”] Parliamo ora di LinkedIn per l’azienda, per il business, come strumento di marketing aziendale

Lo trovo fenomenale, soprattutto nel business to business. Per noi di SACMI è in assoluto il primo social. Ci sono comunque differenze di approccio a seconda dei target. Per esempio, nel nostro settore,  avendo a che fare con pubblici molto diversi, mi accorgo che alcuni business più di altri devono essere presenti su LinkedIn e chiedono con forza a noi della comunicazione di avere visibilità. Ho anche notato che la pandemia ha accelerato tantissimo la necessità per le aziende di presidiare questo canale. Anche i dipendenti hanno capito che devono esserci e devono avere un ruolo attivo, soprattutto la forza vendita.  

[16’10”] Come misuri i risultati su LinkedIn?  Hai dei benefici tangibili attribuibili all’attività su LinkedIn? 

Io sono un’amante degli Analytics. Realizzare report periodici mi aiuta a osservare i dati di visibilità ed engagement dei post. Cerco di capire quali formati e contenuti hanno performato meglio per migliorarci. Analizzo i competitor e seguo diverse aziende anche in settori molto diversi per avere spunti nuovi. Spesso li trovo anche dalle pagine di grandi Agency che escono con nuovi formati di annuncio o copy che mi piacciono, li salvo, li condivido con i grafici e i collaboratori per trovare ispirazione. Penso che l’analisi e l’ascolto siano imprescindibili per migliorare.

Nell’ultimo anno e mezzo la pagina aziendale di SACMI ha acquisito molta visibilità, l’obiettivo è raddoppiare i follower entro la fine dell’estate rispetto all’estate di due anni fa quando ho iniziato a curarla con un presidio maggiore. Molti follower sono organici perché SACMI è un brand conosciuto, ma molti nuovi follower arrivano grazie all’attività di condivisione dei sales. Mentre all’inizio i nostri sales accusavano il fatto che fossimo meno visibili dei competitor, ora invece sento che hanno cambiato punto di vista e ci aiutano a condividere i contenuti perché hanno capito che è utile anche per la loro attività.

[22’12”] Il coinvolgimento dei dipendenti su LinkedIn è un grande potenziale inespresso delle aziende…

Abbiamo fatto molte ore di formazione l’anno scorso, appena è iniziata la pandemia.  Ad Aprile 2020 è partita un’attività di formazione alla forza vendita insieme a te, nei diversi business, con corsi base ed advanced in base al grado di presenza su questo social delle diverse persone. Abbiamo formato 160 persone e questi corsi sono a disposizione di tutti all’interno della nostra intranet adesso.

Siamo partiti con questo progetto dopo un’analisi (realizzata internamente) della nostra presenza e di quella dei competitor, ci siamo accorti che dovevamo “pedalare”. Il board ci ha dato il via libera per intraprendere questo progetto su larga scala, quindi insieme a Elisabetta, la mia responsabile, ti abbiamo contattato, impostato il progetto e iniziato subito a scrivere le Linkedin Corporate Guidelines, che sono uscite a giugno dell’anno scorso. Oggi sono quasi 1500 i dipendenti SACMI che hanno un profilo LinkedIn, direi almeno 200 in più dell’anno scorso e molti di questi lo usano attivamente. So per certo che in alcuni business LinkedIn è stato un motore di Social Selling che ha portato alla finalizzazione di qualche trattativa importante. Ovviamente non venderemo mai impianti tramite LinkedIn, ma sicuramente questo canale è stato un ottimo rafforzativo specie in un periodo come quello attuale dove la distanza è ancora più forte. 

[30’10”] Claudia, quali sono i prossimi progetti per SACMI?

In questo momento ho tra gli obiettivi  quello di far crescere ancora di più la presenza online dell’azienda non solo tramite i social, ma anche grazie agli eventi e al sito web. Da pochi giorni ho assunto anche come attività, il coordinamento dello sviluppo del sito SACMI e delle varie consociate. Ovviamente non solo sola ma per me è una sfida importantissima perchè, come ho detto prima, questo è il nostro primo Owned Media, quello per eccellenza. Lo curerò come un figlio, cercando di organizzare il tempo, che già prima era poco, per incasellare al meglio le nuove attività. Sarà tosta ma è un grande onore poter lavorare anche su questo “orto”.

Per quanto riguarda LinkedIn, stiamo valutando un progetto di Advocacy insieme alle risorse umane, anche se stiamo già realizzando in maniera destrutturata alcune attività per dare visibilità all’azienda tramite i profili di alcuni ambassador. Credo comunque che l’attività di Employer branding sarà quella che avrà un maggior risalto nei prossimi mesi, pur continuando in parallelo a costruire una migliore visibilità per i nostri business, anche con il tuo aiuto, Leonardo.

Mi piace l’idea di continuare a rimanere concentrati su questo canale, che è il primo per noi, e non disperdere troppo le forze. Ho visto colleghi inizialmente scettici che non avevano neanche un profilo un anno fa, prenderci davvero gusto con l’uso di LinkedIn. L’altro giorno parlavo con un collega indiano, super attivo su LinkedIn, e ci scambiavamo opinioni… penso che gli altri canali social non possano avere la stessa capacità che ha LinkedIn di attrarre persone.  Ovviamente capire che LinkedIn è anche uno strumento potentissimo di Personal branding ha “ingolosito” anche i più scettici. Sento quindi che si è creata una buona entropia e va mantenuto alto l’hype.

Leonardo Bellini è consulente e formatore da oltre 25 anni.

Leonardo ha iniziato la propria attività di formazione presso Aziende, Università e Business School all’inizio degli anni 2000, tenendo in circa 20 anni più di 1000 giornate di formazione in aula e da remoto ad alcune migliaia di allievi: studenti, manager, professionisti, imprenditori, dirigenti e CEO di importanti aziende nazionali e multinazionali come 3M Italia, Heineken, Ambrosetti, UnipolSai etc.

Negli ultimi 5 anni ha tenuto più di 250 giornate di formazione su LinkedIn, Social Selling, Lead generation, Advertising ed Employer branding con LinkedIn.

Scopri come usare LinkedIn per sviluppare il proprio Employer Brand grazie al coinvolgimento dei dipendenti e alla loro trasformazione in Brand Advocate.

Scopri la formazione per le aziende!

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attiva i tuoi dipendenti su LinkedIn