30 minuti del tuo tempo: la pratica quotidiana su LinkedIn

Premessa

Questo concetto l’ho espresso più volte nel mio libro e in molti miei post: per ottenere il massimo da LinkedIn non solo devi aver messo a fuoco i tuoi obiettivi, definito il tuo cliente ideale,  aver creato un piano di content marketing per favorire l’engagement, aver rafforzato e ottimizzato il tuo network, aver migliorato le tue tecniche di ingaggio, ma sopratutto devi saper fare tutto questo nel tempo, con costanza, pervicacia e sistematicità.

Riuscire allora a massimizzare il tuo tempo su LinkedIn significa conoscere quanto tempo dedicare a ciascuna delle attività summenzionate, a quali dedicare un po’ di tempo tutti i giorni, a quali invece riservare magari più tempo ma solo una volta alla settimana.

Nel mio libro trovate un prospetto sulle attività giornaliere e settimanali che dovreste condurre ogni giorno.

[Tweet “Per avere successo su LinkedIn occorre pazienza e perseveranza, oltre che focus su obiettivi e risultati”]

Brynne Tillman e SallyJo LaMont di PeopleLinx, società specializzata in soluzioni di social selling,  ci suggeriscono 5 attività da includere nella nostra agenda  su LinkedIn, sopratutto per chi si occupa di vendite e pratica il social selling.

Nel loro ebook le autrici distinguono tra attività giornaliere e attività settimanali. Oggi parliamo di 5 attività da eseguirsi ogni giorno.

Attività giornaliere

1.Controlla chi ha visitato il tuo Profilo (circa 5 minuti)

Se una persona ha visitato il tuo Profilo significa che ti ha raggiunto grazie ad un tuo post, o a una tua attività di engagement, oppure sei stato raggiunto grazie ad una ricerca interna. Comunque la persona è potenzialmente interessata.

Ci sono 2 possibili scenari:

  • Collegamento diretto: Se è un tuo collegamento diretto potresti inviargli un messaggio tramite LinkedIn di “risveglio”, e proponigli di schedulare una telefonata via Skype di 15 minuti. Puoi utilizzare uno strumento come Calendly.com, come utilizzo io su questo sito.
  • Ogni altro tipo di collegamento: se  non è un tuo collegamento diretto potresti inviare un invito, facendo riferimento al fatto che anche tu hai visitato il tuo Profilo (in questo caso conviene configurare la privacy in modo che la tua visita sia visibile).

2.Controlla i tuoi inviti in sospeso (5 minuti)

Ogni giorno verifica se hai ricevuto nuove richieste di collegamento e da chi.  In questo caso un elemento che discrimina è la motivazione espressa nel messaggio di invito, ossia il suo livello di convincimento e di personalizzazione. Per un certo periodo non ho più accettato messaggi generalizzati; solo per i profili più interessanti ho prima inviato un messaggio chiedendo di spiegare la motivazione e perché dovrei accettare l’invito ( qual è il valore aggiunto reciproco?).

Nel caso tu decida di accettare l’invito, invia immediatamente un messaggio di follow-up (come fosse una Welcome Email per un nuovo iscritto alla tua newsletter):  Il messaggio di follow-up potrebbe essere di questo tenore:

“Grazie per esserti connesso con me; tipicamente ad ogni nuovo collegamento propongo una telefonata per esplorare insieme in che modo posso trarre vantaggio reciproco dai nostri network ( o come possiamo fare networking l’un con l’altro).”

3.Controlla nella tua Inbox LinkedIn chi ha accettato il tuo invito (5 minuti)

Naturalmente questa operazione presuppone che tu abbia invitato qualcuno recentemente. Dedicherò un prossimo post a chi, quanti e perché aggiungere  un nuovo collegamento al tuo network.

Scorri la tua Inbox, alla ricerca di messaggi del tipo ” Tizio ha accettato il tuo invito”. A tutti questi invia un messaggio di benvenuto, in cui, questa volta, ringrazi il tizio per aver accettato il tuo invito. Vedi gli esempi precedenti per i contenuti del messaggio di benvenuto

4.Engage – Interagisci con persone e contenuti  (10 minuti)

Condividi contenuti utili per il tuo network e i tuoi futuri collegamenti e clienti; configura strumenti di alerting (es. Google alerts) oppure utilizza Hootsuite, Buffer, Pocket o Evernote per salvare articoli in cui ti imbatti quotidianamente.

Configura  aggregatori RSS come Feedly o Iuno Reader, per monitorare e condividre contenuti di interesse per il tuo network.
Apprezza (Fai like), commenta  e condividi contenuti altrui pubblicati su LinkedIn, sopratutto sui temi che a te e al tuo network interessano.

5. Connettiti con ogni nuova persona che incontri (5 minuti)

E’ molto importante far crescere organicamente il tuo network, giorno per giorno. Segnati le persone interessanti che hai incontrato durante l’ultimo incontro aziendale, ad un  business meeting o a un incontro di networking tra ex-colleghi.

Conclusioni

Facendo il conto dei minuti impiegati per eseguire giornalmente queste 5 attività si arriva a circa 30 minuti. Chiediti allora:

“Hai 30 minuti del tuo tempo per generare più lead e raggiungere i tuoi obiettivi di business su LinkedIn?”

[Tweet “Hai 30 minuti del tuo tempo per generare più lead e raggiungere i tuoi obiettivi di business su LinkedIn?””]

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attiva i tuoi dipendenti su LinkedIn