LinkedIn User Interface: cosa rimane e cosa cambia

La nuova interfaccia LinkedIn

Se seguite i rumor attorno a LinkedIn o leggete questo blog sarete sicuramente al corrente del fatto che LinkedIn ha annunciato dei grossi cambiamenti non solo relativi alla Pagina del profilo ma anche ad alcune funzionalità.

Riprendo un recente e ottimo post di Brynne Tillmann, Chief Learning Officer di PeopleLinx.com, che riassume quali funzionalità sono ancora disponibili con la versione gratuita e quali funzionalità sono state spostate alla funzione a pagamento:

Cosa rimane:

  1. La possibilità di utilizzare gli operatore Booleani per creare un elenco di Buyer targetizzati
  2. identificare chi nel tuo network può introdurti a questi prospect (collegamenti condivisi)
  3. Navigare all’interno di una pagina aziendale per trovcare i tuoi stakeholder
  4. Notifiche di nuovi collegamenti all’interno della tua inbox. cosa che permette di rispondere tempestivamente e ingaggiare i tuoi nuovi collegamenti
  5. L’elenco delle persone che hanno visualizzato il tuo profilo, e che cu permette di identificare profili potenzialmente interessati ai nostri servizi
  6. Fare reply alle richieste di collegamento, ancora prima di accettare l’invito ricevuto
  7. Esportare e/o archiviare tutti i tuoi collegamenti così come la tua attività

Cosa è passato alla versione a pagamento (Sales  Navigator):

  1. Note e Tagging (puoi utilizzare Dux-Soup, leggi qui  questo post per maggiori info)
  2. La capacità di scavare tra i collegamenti dei tuoi collegamenti (collegamenti di 2° livello)
  3. Ricerca avanzata (con l’utilizzo dei filtri disponibili – ora disponinile solo con Lead Builder)
  4. Ricerche salvate con possibilità di ricevere notifiche settimanali

Leggete il post originale di Brynne  Tillmann qui: >

 

Consigli finali

Certamente LinkedIn sta spingendo le persone a passare alla versione a pagamento, la mancanza a mio avviso più grave è la perdita della ricerca avanzata e delle ricerche salvate.

Il mio consiglio è  – per chi non desidera passare all’account Premium  – sfruttare questo periodo di transizione per ricercare, ordinare, taggare ed esportare i vostri prospect, in modo da poter gestire le vostre conversazioni e fare lead nurturing usando piattaforme esterne di social, crm come Nimble. La nuova interfaccia LinkedIn comunque sembra essere funzinale e facie da utilizzare.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.